E' 'executive' perchè concentrato, finalizzato al 'mettere in atto', al realizzare, al 'riuscire' nei propri intenti. E' la sua piegatura filosofica e sistemica che gli dà questa caratteristica, questa 'tensione' all'agire concretamente nei contesti per favorirne l'evoluzione.

Ha come scopo quello di rendere il/la cliente più ‘forte’ nel senso di più 'presente', più consapevole, più capace e autonom* nel raggiungimento dei suoi obiettivi, che siano una prestazione da realizzare, la cura di sé o la pratica di una disciplina fisica o intellettuale, la capacità di usare un metodo o una competenza in maniera efficace, la realizzazione di un cambiamento personale o organizzativo o strategico che coinvolge solo noi o ci vede alla guida di un gruppo.


Rispetto ad altri tipi di aiuto, il coaching è sempre focalizzato sul presente e sul futuro, ovvero è finalizzato a scoprire e comprendere come meglio utilizzare le nostre risorse da ora in avanti piuttosto che come si sia arrivati al punto in cui siamo ora. 

Può essere, inoltre, di grande aiuto per imparare ad affrontare senza ansia e in maniera efficace un momento di transizione personale, professionale o organizzativa.

Il B coaching non fornisce un supporto di natura psicologica ma di natura filosofica. Ciò significa, concretamente, dare metodo per osservare la realtà senza subirla e farsene sovrastare, aiutare il/la cliente a sviluppare una nuova visione di sé, individuare nuove azioni da mettere in campo per ‘uscire dal guado’ in cui ci si trova e realizzare nuove intenzioni definendo obiettivi e piani d’azione coerenti.

Nell'ambito di un B coaching la persona viene accompagnata nell'esplorazione della realtà che la circonda e nella ricerca e scoperta di sé e delle proprie risorse; viene aiutata nella focalizzazione dei propri desideri e obiettivi e nell'apprendimento di nuovi saperi e nuove competenze attraverso la loro concreta speriment-azione sul campo.

Per questo noi vediamo il coaching come un’arte più che come una tecnica o un metodo, in quanto impiega metodi e tecniche ma, proprio come farebbe un artista con le conoscenze e gli strumenti della propria, li combina in maniera creativa ed efficace costruendo con il/la singol* cliente un percorso originale e personalizzato in cui "la strada si fa insieme al cammino".

Quando siamo impegnati in una relazione di coaching, quindi, non proponiamo chiavi di lettura standard né protocolli per l'azione predefiniti, ma piuttosto mettiamo al servizio del(la) cliente tutto il nostro capitale di conoscenze, competenze ed esperienze perché insieme si possa co-creare il percorso di apprendimento e di cambiamento che maggiormente possa sentire come proprio, tanto da poter assumere serenamente e fiduciosamente la piena responsabilità della sua attuazione.

La nostra formazione anche nella filosofia in pratica ci consente di offrire sempre un approccio che integra fruttuosamente il patrimonio culturale proprio della filosofia con quello specifico della formazione e sviluppo delle persone.

Il coaching che a noi piace offrire è riconducibile a diversi ambiti e/o tipi di coaching, a seconda del contesto in cui avviene, delle questioni da esplorare, dei problemi da risolvere. In ragione di questo possono essere scelte diverse impostazioni.
Di fatto il nostro coaching è sempre un ‘progetto di coaching’ completamente co-costruito insieme al(la) committente e al(la) cliente (che possono coincidere).
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

01.jpg

Leadership Autentica

02.jpg

Management sostenibile

03.jpg

Facilitazione inclusiva

04.jpg

Masterclass

04.jpg

B coaching

04.jpg

Eventi

 

Dal Blog

Dal Blog